Rivoluzione americana, cause e conseguenze

Per Rivoluzione americana o guerra di indipendenza americana si intende quel processo di trasformazione delle colonie inglesi dell’America del Nord in uno Stato indipendente, repubblicano e federale, fondato sulla sovranità popolare e sui diritti inalienabili dell’uomo alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità, gli Stati Uniti d’America. Questo fu un conflitto che durò più di sette anni (dal 1775 al 1783) e vide opposte le tredici colonie nordamericane alla loro madre patria, la Gran Bretagna.

Inizialmente i coloni si trovavano in uno stato di dipendenza dalla madrepatria che imponeva loro il solo commercio con l’Inghilterra; questa inoltre non dava loro il diritto di avere propri rappresentanti in parlamento seppur esonerati dal pagamento delle imposte. I primi conflitti sorsero nel 1763 quando questo privilegio fu abolito senza che in cambio venisse concesso ai coloni una rappresentanza in parlamento, ignorando quanto scritto nella Magna Carta. La situazione si inasprì successivamente con il Sugar Act e lo Stamp Act, con cui l’Inghilterra imponeva una tassa sulla stampa, negando la libertà di parola.

I coloni si ribellarono a questo e di contro l’Inghilterra mandò suoi delegati ad amministrare le colonie così scoppiò una guerra che portò alla dichiarazione d’indipendenza (4 luglio 1776) e quindi alla nascita degli Stati Uniti d’America. A fronte di questa guerra l’Europa, soprattutto Spagna e Francia, appoggiarono gli americani e questo portò non poche modifiche alla società europea.

Nel 1783 l’Inghilterra fu obbligata con la pace di Versailles a veder riconosciuti gli USA che formarono a tutti gli effetti uno stato federale, formato cioè da tanti stati (13 inizialmente) che mantenevano ognuno una larga autonomia ma avevano in comune un governo centrale, il cui primo presidente fu, nel 1789, George Washington, che aveva, come comandante, guidato l’esercito durante tutta la guerra di indipendenza.

La rivoluzione americana, quindi, non solo diede un occasione all’Europa di contrastare l’egemonia inglese in tutti i continenti, ma ispirò, una decina d’anni dopo, la rivoluzione francese sia dal punto di vista delle idee e del pensiero, sia dal punto di vista politico; infatti la Francia nonostante vinse, in quanto alleata delle colonie,  si impoverì economicamente, prosciugando le casse dello stato a tal punto da acuire ancora di più la crisi economica in cui già versava da un po’, e questo fece scattare enormemente il malcontento popolare. Questa quindi rappresentò un esempio per gli altri paesi, dimostrando che il diritto di non piegarsi ad un governo vessatorio e la sovranità popolare non erano solo semplici utopie, ma bensì progetti concreti, raggiungibili attraverso la decisione del popolo nel combattere in maniera unitaria contro i soprusi e le ingiustizie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: